facebook_messenger

Dopo aver puntato sull’e-commerce, pare che Facebook abbia deciso di allargare gli orizzonti e lanciarsi anche nel business dei pagamenti online. Infatti, secondo voci non confermate dall’azienda di Menlo Park, la chat Messenger, utilizzata da milioni di persone per comunicare su Facebook, diventerà a breve anche un mezzo per trasferire denaro online.

Lo sviluppo di questo nuovo sistema di pagamento sarebbe dovuto rimanere ancora segreto; le intenzioni di Facebook, però, sono state rilevate da Andrew Aude, sviluppatore e studente della Stanford University, che è riuscito ad entrare nel sistema e a scoprire i progetti di Zuckerberg.

Le nuove funzionalità introdotte nell’applicazione Messenger potrebbero quindi spiegare l’arrivo, nel team di Facebook, di David Marcus, ex presidente di PayPal.

screenshot di facebook messenger che mostra come effettuare i pagamenti online via chat

Dunque, Facebook Messenger potrebbe consentire il trasferimento di denaro verso il proprio interlocutore. Dagli screenshot e dai video fatti circolare da Andrew Aude, sembra che sarà possibile inviare denaro nello stesso modo in cui si invia una foto, cioè attraverso un semplice messaggio su Messenger.

Innanzitutto, per poter usufruire di questa nuova funzionalità, sarà necessario aggiungere i dati del proprio bancomat. Secondo Aude, però, il nuovo sistema permetterà di utilizzare soltanto le carte di debito e non quelle di credito. Questa scelta potrebbe dipendere dal fatto che le prime consentono un pagamento veloce, poco costoso e che non richiede approvazioni da parte delle istituzioni bancarie.

Inoltre, per aumentare la sicurezza dei trasferimenti, Facebook integrerà nell’applicazione di Messenger un pin di protezione.

Quindi, sempre secondo lo sviluppatore Andrew Aude, queste sarebbero le nuove funzionalità introdotte nella chat Messenger. Però, appare ancora poco chiaro su come Facebook riuscirà a monetizzare questo nuovo strumento di gestione dei pagamenti online. E’ molto probabile che il famoso social network decida di applicare un costo di commissione su ogni transizione, così come accade con PayPal e gli altri sistemi di pagamento.

Se le scoperte e le intuizioni di Aude si rilevassero vere, Facebook potrebbe sbaragliare la concorrenza (Venmo, Paypal, Square cash) e diventare il sistema di pagamento online più utilizzato dagli utenti. Nel frattempo, attendiamo conferme o smentite da parte di Zuckerberg.

E voi, utilizzereste Messenger per inviare denaro online?