Se non avete mai sentito parlare di Anobii, allora vi siete persi l’occasione di far parte di una comunità virtuale davvero unica. Personalmente credo che Anobii sia uno dei social network più interessanti del web, dunque vi consiglio vivamente di darci un’occhiata.

Ma cos’è Anobii? Anobii è un social network dedicato ai libri. Il nome della piattaforma è molto curioso e ovviamente la scelta non è stata casuale: infatti si ispira all’Anobium Punctatum, cioè il tarlo della carta; inoltre, si tratta di un nomignolo utilizzato nei paesi anglosassoni per indicare chi spende molto tempo sui libri.
La missione di Anobii è quella di creare un luogo di incontro dove i lettori possano coltivare la propria passione per la lettura, condividere opinioni e consigliare libri.

Il social network è stato creato a Hong Kong nel 2006 ed è diffuso in 13 lingue. Nel marzo 2014 è stato acquisito dal gruppo Mondadori e oggi conta più di un milione di iscritti, di cui 300mila lettori italiani.
Come vedete, Anobii è una comunità virtuale di piccole dimensioni rispetto ad altri colossi come Goodreads (piattaforma sociale dedicata ai libri della Amazon.com), ma rimane comunque un punto di riferimento per molti amanti della letteratura.

anobii il social network per coloro che amano la letteratura

Ora, però, vediamo come funziona il social network dedicato il libri.
Per far parte della comunità di lettori occorre semplicemente iscriversi alla piattaforma e creare una libreria (molto realistica e con una grafica davvero accattivante).
In seguito, attraverso i codici ISBN, è sufficiente caricare negli scaffali i libri letti o quelli che desiderate leggere. Se per varie ragioni non possedete i codici ISBN, niente paura: Anobii è dotato di un motore di ricerca interno che vi consente di trovare qualsiasi romanzo con un semplice click.

Ovviamente, non è tutto qui. Su Anobii è possibile condividere recensioni, votare i libri, inserire la data di acquisto e di lettura del romanzo, consultare le statistiche di lettura, creare una lista desideri, iscriversi a vari gruppi e partecipare alle discussioni. Inoltre, Anobii permette di leggere i commenti e le recensioni degli altri utenti, affinché possiamo capire quali libri facciano al caso nostro e quali no.
Molto interessante anche la funzione che consente lo scambio e la vendita di libri tra i lettori.

Cosa pensate di Anobii, il punto di ritrovo degli appassionati di libri?