È ufficiale: Facebook non dorme mai. L’ultima novità è l’ennesimo aggiornamento di algoritmo, mirato a penalizzare i clickbait, cambiando di conseguenza i post che appariranno sulla News Feed.

Per chi non fosse ancora informato, per clickbait si intendono quei post che forniscono poche informazioni, ma sufficienti per far visualizzare il link, ad esempio: “Incredibile quello che è successo questa mattina a Milano, nessuno ci avrebbe  mai potuto credere”.

Il nuovo algoritmo è stato introdotto lunedì 25 agosto, ed è mirato a migliorare ulteriormente l’esperienza utente sul social.

Il rischio dei post clickbait, infatti, è quello di essere, in realtà, poco interessanti. Nell’esempio precedente la notizia potrebbe semplicemente essere: “Dopo una settimana di pioggia è tornato il sole, grazie all’anticiclone delle Azzorre”. Effettivamente nessuno ci avrebbe mai potuto credere dopo mesi di pioggia a Milano, ma l’utente che ha cliccato sul link si aspettava ben altro rispetto a un aggiornamento meteo, e quindi tornerà immediatamente su Facebook senza spendere ulteriore tempo.

questa è un'immagine di molti cursori con delle esche

Un modo per cambiare quello che apparirà sulle varie News Feed sarà appunto calcolare i tempi di navigazione su un sito esterno a Facebook. Più tempo si passa su altri siti più il contenuto è di qualità, pertanto non verrà comunque eliminato dalla News Feed.
Ovviamente rimarranno sulla News Feed anche i post con molto engagement. Se un link viene cliccato parecchie volte ma condiviso o commentato poco, significa che la reazione dell’utente è stata quella di chi aveva letto la notizia del sole a Milano. Un post ricco di like invece presuppone una notizia che merita di ricevere un buon posizionamento sulla News Feed.

Aspettiamo di vedere l’impatto che questa novità avrà su pagine come BuzzFeed e FanPage, e in generale tutte le pagine con titoli altamente catching.